La settimana orribile di Diego Cammarata.

Diego Cammarata

Sono ormai molti mesi che sostengo che Diego Cammarata è il peggiore sindaco che la città di Palermo abbia mai conosciuto. Già prima dell’inizio di settembre non ero solo in questa percezione ma oggi devo dire che rimane davvero poca gente a difendere il buon Diego. La sua barca, anzi, il suo yacht fa ormai acqua da tutte le parti.
Proprio le barche e l’acqua sono state le due cause della sua recente rovina visto che sembra ormai giunta la fatidica ora delle sue tanto sospirate dimissioni. Io, nel mio piccolo, mi ero già impegnato a chiederle alla fine dello scorso maggio, esausto per l’ennesima figuraccia (si trattava in quel caso della mai risolta emergenza rifiuti). Ma i miserabili fallimenti di Diego Cammarata erano destinati ad aumentare.
Questa settimana si è addirittura aperto il cielo contro di lui. Un paio di giorni di pioggia hanno fatto rapidamente collassare il sistema viario della città provocando crolli e allagamenti in tutta Palermo. E’ bastata un po’ di acqua, ampiamente prevedibile data la stagione, e si è scatenata la follia. Auto bloccate nei sottopassaggi dello scorrimento veloce, crolli, disastri, orrore. Questa foto, scattata da Dario Panzavecchia, rende l’idea.

Palermo allagata
Scene catastrofiche. Sembra una foto di New Orleans nei giorni peggiori dell’uragano Katrina. In realtà è solo la circonvallazione di Palermo dopo due ore di pioggia. Ovviamente un nome veniva gridato con rabbia dai palermitani intrappolati nelle loro automobili, una persona veniva insultata con insistenza dai finestrini delle macchine bloccate nel traffico. Il nome del peggiore sindaco della storia, Diego Cammarata.
Ma la tempesta del secolo non era ancora finita. Sì, perché una volta fermatasi la pioggia sulla testa del sindaco è caduta ben altra sostanza. A vendicare le sorti di una cittadinanza offesa si è schierata una paladina inaspettata: Stefania Petyx, inviata speciale a Palermo di Striscia la Notizia. Con un servizio scandalo che ha fatto il giro d’Italia, la giornalista ed il suo bassotto hanno rivelato un altro abuso del nostro caro sindaco.  Ecco il servizio.

Il servizio si commenta da solo. Ma lo riassumo: un impiegato di una azienda comunale lavora come skipper nello yacht del sindaco. Viene pagato con denaro pubblico per i propri servizi al primo cittadino palermitano. Lo skipper si occupa anche di affittare la barca del sindaco, senza rilasciare la ricevuta fiscale. Si prospettano dunque ben due reati per Diego Cammarata: peculato ed evasione fiscale; l’inchiesta della magistratura è già partita. Per giustificarsi il sindaco del PDL ha dichiarato, da vero signore, che la barca appartiene ai figli e che lui non ha nessuna responsabilità in questa vicenda.
Ovviamente tutti quelli che non sono esattamente “amici del sindaco” (parola d’ordine per sfuggire ai controlli della guardia di finanza, a quanto pare) hanno chiesto a gran voce le dimissioni di Cammarata. Queste non sono ancora arrivate anche se sospetto che non tarderanno a lungo.
Il tempo di Diego Cammarata a Palermo sembra essere davvero finito. Un epilogo tremendo per un sindaco rieletto con numeri importanti da appena due anni. Quanto scommettete che nessuno ammetterà di averlo mai votato?

Annunci

2 Responses to La settimana orribile di Diego Cammarata.

  1. Silvia D'Asaro ha detto:

    La cosa vergognosa è che continua a non presentarsi al Comune.
    Sergio, tu mi conosci. Inutile che gioco all’improvviso a fare l’attivista, visto che me ne sono stata spesso per i fatti miei, a pensare e filosofeggiare in solitudine. Ma ho il debole di pensare al senso comune, al ruolo della politica e a tutte queste belle cose, riempendomi la bocca di quella che, nell’epoca del tripudio della parola vomitata ovunque senza criterio, è destinata a risultare vuota e stridula retorica.
    Ci voleva quella preparazione “borghese”, forse no, ma ormai nessun cittadino palermitano, quale che sia il suo stato sociale ed il suo credo politico, può pensare di avere la coscienza a posto essendo rappresentato da un sindaco che non è che un “pupazzo”, probabilmente, ma ha il dovere istituzionale di essere presente quanto meno alle assemblee comunali.
    Tre volte in tutto il mandato, tre volte, Diego è stato presente alle assemblee. E basta.
    E tre cose dico adesso io:
    1) fino a quando la città non si sforzerà di conoscersi, riconoscersi, smettendo di lamentarsi credendosi irredimibile, ed iniziando a far traboccare nelle piazze il malumore, l’assenza di “politica” non sarà percepita neppure..è una città quasi ingestibile per molteplici fattori, ma restarle indifferente è decretare la sua morte, mi sembra ovvio;
    2) se cade Cammi, cosa che probabilmente si dice è preparata comunque dai suoi stessi compagni guidati da Silvio, per prediligere la corrente Miccichè, bisognerebbe iniziare ad interrogarsi su quale alternativa contrapporgli;
    3) nell’eventualità di una campagna elettorale, la “Sinistra” dovrebbe avere chiaro spero finalmente quanto ciò che va in primo luogo recuperato è tutto quel serbatoio di voti comprati che non si annidano soltanto tra le fasce di “visibili”, ma- tu sai che ho la fissazione ultimamente- soprattutto nelle periferie.
    Detto ciò, mi auguro che i tuoi lettori scendano in piazza e siano pronti ad inaugurare una primavera palermitana autunnale.
    La città dovrebbe essere nostra. Ma questo pare sfuggire a troppe menti, illuminate e non.

  2. SALVO ha detto:

    Se io fossi S. Rosalia,giuro che m’incazzerei con i miei concittadini.E’come l’oste che fa il conto dopo tanto fallimento sarei cinica è violenta.Direi al primo cittadino che sul tuo modo di governare ci puoi solo pisciare. hai fatto solo dei rinali.Dal borgo vecchio, al borgo nuovo,un solo grido unni putiamu cchiu’ t’innagghiri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: