Cervi ed il fascismo nostalgico.

Mario Cervi

Mario Cervi è stato a lungo uno dei maggiori collaboratori di Indro Montanelli.
Con il grande maestro del giornalismo ha condiviso la fondazione del Giornale, la creazione della Voce e molte altre vicende entrate a buon diritto nella storia del giornalismo italiano. Oggi a ottantotto anni, classe 1921, Mario Cervi è ancora una delle firme di punta del Giornale ed è diventato (sic transit Gloria Mundi) un fedelissimo del direttore Vittorio Feltri. Non stupisce quindi che egli si sia scagliato con incredibile violenza sugli avversari del premier in questo periodo così difficile per quello che il suo amico Indro chiamava “il piazzista di Arcore”.
E’ doloroso però leggere oggi la sua firma accanto ad una lettera come questa, inviata da un lettore in occasione della prima uscita de Il Fatto Quotidiano, il nuovo atteso giornale diretto da Antonio Padellaro.
In poche righe questo gentile lettore auspica la creazione del reato di lesa maestà per le critiche nei confronti del premier giungendo anche a chiedere che vengano somministrate delle bastonate agli oppositori di Silvio Berlusconi.
Dopo le bastonate Marco Travaglio e gli altri (Franceschini, D’Alema, Mannoni) la smetteranno di insultare il premier. In un primo momento avevo creduto, fuorviato da un link, che le parole fossero da attribuire proprio a Mario Cervi. Ma il decano dei giornalisti risponde così al suo lettore
http://www.ilgiornale.it/pag_pdf.php?ID=113445
Cervi riconosce la tentazione di parte degli elettori del centrodestra italiano, di affidarsi ad un decisionista, sospendendo la libertà di espressione. Le bastonate però vanno evitate anche per non concedere alibi alla sinistra che è davvero troppo vittimista.
Attenzione, non siamo nel 1924. Nessuno ucciderà Giacomo Matteotti.  Io provo però un dolore che nasce dalla consapevolezza che una parte degli italiani desidera un nuovo fascismo. Ci sarà bisogno di molto lavoro, dopo la caduta di Berlusconi, per fare tornare la civiltà democratica in Italia.

Annunci

One Response to Cervi ed il fascismo nostalgico.

  1. […] l’articolo originale: Cervi ed il fascismo nostalgico. Tags: Articolo, Creazione, Fascismo Nostalgico, Maestro, Mario Cervi, Nbsp, Sic Transit […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: