Pietro Grasso ed il decreto sulle intercettazioni.

grassoIl procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso ha presentato ieri a Palermo il suo nuovo libro, Per non morire di mafia, scritto con la collaborazione di Alberto LaVolpe. A margine dell’evento, svoltosi alla libreria Feltrinelli, Grasso ha anche commentato il nuovo provvedimento legislativo che restringe la possibilità di effettuare intercettazioni da parte degli inquirenti e vieta la pubblicazione delle trascrizioni con pene molto severe per gli editori.

Pietro Grasso parla di una politica che deve sganciarsi dai meccanismi clientelari, specialmente al Sud e della necessità per le istituzioni di camminare insieme con lo scopo condiviso di combattere i fenomeni mafiosi. Il procuratore non lancia un appello alla politica ma chiede che i suggerimenti degli addetti ai lavori non vengano trascurati.
Il primato della politica va riconosciuto ma per sconfiggere la mafia è necessario un salto di qualità da parte di tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: