Pari opportunità o discriminazione?

mara-carfagna-e-silvio
E’ diventata di dominio pubblico la notizia che riguarda la decisione del ministro delle pari opportunità Mara Carfagna di rimuovere dalle battaglie del suo mandato quella all’omofobia. Dopo le vergognose dichiarazioni degli scorsi mesi a danno degli omosessuali, il ministro è passato alle vie di fatto.
Questa settimana è stata rimossa dal sito del Ministero la pagina web dedicata alla  discriminazione per motivi di orientamento sessuale che era stata aggiunta dal ministro Pollastrini durante la scorsa legislatura. La battaglia per il superamento dell’omofobia non viene più considerata prioritaria. Un altro segnale inquietante è la scomparsa della speciale Commissione per i diritti e le pari opportunità delle persone GLBT, istituita sempre da Barbara Pollastrini nell 2007.
Queste decisioni non fanno che aumentare i dubbi che si sono concentrati sulla ex soubrette Mara Carfagna a partire dalla sua nomina ministeriale. Proprio lei, rappresentante illustre del plotone delle veline era stata scelta per occupare una poltrona che da sempre ha un significato simbolico importante. L’Italia è ancora oggi un paese in cui le donne sono profondamente discriminate dal punto di vista della retribuzione sul posto di lavoro nonché per la possibilità di occupare posti rilevanti nelle amministrazioni e nelle industrie.
In questi giorni in cui il corpo delle donne è oggetto di continuo dibattito ed è praticamente al centro  del dibattito politico nazionale, non è giunta dal ministro alcuna dichiarazione. L’onorevole Carfagna si è confermata come prestanome del suo presidente del consiglio, rappresentazione evidente di un rapporto patologico del centrodestra con l’anima femminile dell’Italia.
Non lasciamo che il Ministero delle Pari Opportunità diventi un luogo di discriminazione. L’onorevole Carfagna prenda in considerazione i diritti di tutti: il suo ruolo istituzionale le chiede di farlo.

Annunci

One Response to Pari opportunità o discriminazione?

  1. nina76 ha detto:

    ma guarda te che donne ci rappresentano…abbiamo bisogno di donne serie e competenti come Daniela Melchiorre, non di una che fino a qualche tempo fa faceva i calendari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: