Rosario Crocetta, il sindaco antimafia.

IMG_1134
Rosario Crocetta è il sindaco di Gela dal 2002. La sua vittoria elettorale non è stata facile in quell’occasione. Il risultato delle urne gli era stato infausto e se Crocetta non avesse deciso di richiedere la ripetizione del conteggio dei voti, la storia che vi sto raccontando probabilmente sarebbe stata diversa. Il nuovo risultato lo proclamò vincitore per oltre 500 voti sul candidato rivale. 
Gela non è una città come le altre.  Qui ci sono due mafie: Cosa nostra, diffusa in tutto il mondo, e la Stidda, variante gelese violenta e spietata come la più famosa sorellastra. Il risultato è che gli imprenditori della zona sono costretti da moltissimo tempo a subire le angherie di due potentati, stretti in modo simile al potere locale e alle istituzioni. La battaglia di Crocetta ha segnato un punto di svolta in questa storia quasi secolare. Attraverso il sostegno alle associazioni antiracket, attraverso il coraggio di denunciare la sporcizia anche all’interno della propria coalizione di governo comunale, Rosario Crocetta è diventato uno dei simboli dell’antimafia siciliana.  Negli ultimi sette anni più di 100 imprenditori hanno denunciato i loro aguzzini e più di 800 mafiosi sono finiti in carcere. Crocetta non si è mai fermato, neppure dopo le minacce di morte e l’assegnazione di una scorta. Tutti gli consigliavano di nascondersi, di evitare gli incontri pubblici ma il sindaco non si è mai tirato indietro.
Nell’ottobre del 2007, al Circo Massimo, ha abbracciato la causa del Partito Democratico spinto dalla carica innovativa di Walter Veltroni. Il passaggio di consegne dell’ultimo anno ai vertici del PD ed il conseguente segretariato di Dario Franceschini non hanno modificato la sua adesione al partito. Per il suo curriculum e per la sua passione, è stato candidato alle Elezioni Europee del sei e sette giugno 2009, unica revoca per un sindaco. La scelta, come sanno i lettori di questo blog, non è stata facile per il partito che temeva strumentalizzazioni che ci sono purtroppo state.
In questi giorni che vedono un candidato alle europee dell’UDC indagato per voto di scambio, a me sembra importante sottolineare la possibilità di una politica diversa in Sicilia. Crocetta, come Rita Borsellino, è il simbolo dell’onestà e della capacità del popolo siciliano di cambiare la sua situazione attraverso la partecipazione democratica. Il mandato di Crocetta è stato confermato dai gelesi con il 65% delle preferenze.
Un esempio positivo da sottolineare, incoraggiare ed abbracciare. E da votare.

Annunci

One Response to Rosario Crocetta, il sindaco antimafia.

  1. […] Importante update: è ora possibile esprimere tre preferenze anche per questa circoscrizione. Sull’argomento vedi anche: Rosario Crocetta il sindaco antimafia. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: