Cinquanta domande su Cuba a Gianni Minà.

800px-Flag_of_Cuba.svgUna polemica a distanza si sta verificando in questi giorni tra la blogger Yoani Sanchez, cubana ed avversa al regime castrista e Gianni Minà, amico storico di Fidel Castro. Personalmente, io penso che qualsiasi regime che opprime i diritti e le libertà dei suoi cittadini sia un regime fascista, qualsiasi sia la bandiera dietro la quale si nasconde. Nei commenti del blog di Yoanis Sanchez ci sono cinquanta domande al giornalista italiano. Penso che sia molto indicative di come i cubani vivano davvero a Cuba. Vorrei proporle anche a voi nell’attesa che Minà risponda.

  1. Non crede che sia aberrante difendere una dittatura totalitaria e monachica al potere da cinquanta anni?
  2. Se il regime castrista è così convinto del sostegno popolare, per quale ragione non realizzare elezioni multipartitiche dove esista la possibilità di scegliere?
  3. Considererebbe buono un governo che le vieta il diritto di muoversi liberamente all’interno del suo paese?
  4. Considererebbe giusto se il governo del suo paese le espropriasse tutti i suoi beni solo perché ha intenzione di tentare la fortuna in un altro luogo?
  5. Quanti dittatori che abbiano trionfato riconosce la storia mondiale?
  6. Castro nei primi cinquanta anni non è riuscito a realizzare i suoi obiettivi: quanti anni gli mancano?
  7. Perché un cubano deve pagare per poter entrare nel suo paese?
  8. Perché tassa del 20% le rimesse che inviamo?
  9. Perché un cubano non può mangiare né aragosta né carne?
  10. Perché un cubano non può leggere quello che desidera?
  11. Perché un cubano non può pagare con i suoi soldi un biglietto aereo per uscire dal suo paese?
  12. Perché un cubano con il suo salario non può comprare i documenti sanitari?
  13. Perché la stampa castrista non intervista Yoanis Sanchez?
  14. Perché uno straniero a Cuba ha più diritti di un cubano?
  15. Perché i cubani non possono disporre del proprio patrimonio?
  16. Perché un cubano che emigra perde i suoi diritti ereditari e lo stato li confisca per lui?
  17. Perché un cubano non può viaggiare liberamente all’interno del territorio nazionale?
  18. Perché i genitori non possono essere contrari al fatto che i propri figli siano educati secondo l’ideologia del regime?
  19. Perché i bambini di 11, 12 anni devono lavorare obbligatoriamente come agricoltori e distaccarsi dalla propria famiglia per 45 giorni in condizioni sub-umane?
  20. Perché i cubani non possono attivare liberamente un’utenza telefonica fissa?
  21. Perché il costo dell’elettricità corrisponde ad un quarto del salario di un lavoratore?
  22. Perché gli ospedali per gli stranieri e i dirigenti hanno lenzuola pulite, condizioni d’igiene ottime e bagni puliti, mentre quelli degli operai cubani no?
  23. Perché si penalizza l’opposizione politica?
  24. Perché non posso far pubblicare una mia riflessione in un quotidiano a Cuba?
  25. Perché ho bisogno della Carta Blanca per poter viaggiare verso il paese che desidero?
  26. Perché i nostri campioni sportivi non possono giocare nel paese che desiderano e nei maggiori campionati internazionali?
  27. Perché i medici devono aspettare cinque anni per poter uscire dal paese?
  28. Perché la dottoressa Hilda Molina sta aspettando da 15 anni per poter uscire dal paese?
  29. Perché trattengono i figli dei medici che vogliono lasciare il paese?
  30. Perché abbiamo lo stesso presidente da 50 anni?
  31. Perché non lasciano governare Raul?
  32. Perché pubblicano le riflessioni di Fidel?
  33. Perché tengono prigioniero il dottor Oscar Elias Biscet?
  34. Perché hanno fucilato tre ragazzi di colore nel 2003?
  35. Perché tengono prigioniero Panfilo per aver detto che Cuba ha bisogno di Jama?
  36. Perché i cubani non possono fare investimenti a Cuba?
  37. Perché non vogliono cubani di colore negli hotel?
  38. Perché i cubani non possono accedere a internet?
  39. Perché non fanno tacere Fidel?
  40. Perché hanno sanzionato Lage e Perez Roque?
  41. Perché non ci sono persone di colore nei posti dirigenti principali del paese nonostante la maggiorparte della popolazione sia di c0lore?
  42. Perché la maggior parte dei dissidenti è composta da persone di colore?
  43. Perché sono state cambiate le leggi quando fu presentato il Progetto Varela?
  44. Perché L’Avana cade a pezzi?
  45. Perché nonostante Cuba sia un’isola si pesca poco?
  46. Perché hanno chiuso i Paladar?
  47. Perché il 50% della terra coltivabile a Cuba è piena di Marabu?
  48. Perché i cubani sono cittadini di seconda classe a Cuba?
  49. Perché nessuno dei figli di Fidel o di Raul ha fatto il servizio militare obbligatorio?
  50. Dove ha preso i gradi da colonnello il figlio di Raul?

Update: a causa di alcuni miei errori nella traduzione ho modificato parte delle domande. Mi scuso con i miei lettori.

Annunci

3 Responses to Cinquanta domande su Cuba a Gianni Minà.

  1. diana inn pattaya Agoda

    Cinquanta domande su Cuba a Gianni Minà. | Il blog di Sergio Petrona Baviera

  2. How to Create an email Marketing campaign

    Cinquanta domande su Cuba a Gianni Minà. | Il blog di Sergio Petrona Baviera

  3. Secondhand Bike ha detto:

    Secondhand Bike

    Cinquanta domande su Cuba a Gianni Minà. | Il blog di Sergio Petrona Baviera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: